Grandi notizie da Firenze #controffensivaculturale

Grandi notizie da Firenze #controffensivaculturale

Arrivano notizie per noi splendide da Firenze. Da una delle grandi capitali della cultura italiana ed europea soffia un vento nuovo. Ci riferiamo a quanto descrivono i nostri amici Alessandro Draghi e Guido Cabrele (uno è stato già nostro ospite nelle interviste sulla #controffensivaculturale e l’altro lo è stato ieri) sui loro social. “Qualche giorno fa, io – è Guido a scrivere – e il Consigliere Comunale Alessandro Draghi a nome di FdI, abbiamo donato alla Biblioteca di Villa Bandini del Quartiere 3 e a quella di Brunelleschi il libro di Aleksandr Dugin “Il soggetto radicale”. La figura dell’intelletuale russo risulta ancora oggi marginalmente presa in considerazione, nonostante la sua vasta produzione filosofica, scomoda agli ambienti accademici nostrani per le posizioni non conformi e antiglobaliste. Non troppo tempo fa, infatti, ad uno studente era stato addirittura proibito di scrivere una tesi sul pensiero del politologo. Per questa ragione anche noi – conclude Guido Cabrele – come molti altri in Italia, abbiamo scelto di donare un suo libro per abbattere il muro della censura preventiva.“ E’ inutile dire che siamo molto contenti di questo evento e sull’effetto emulazione che speriamo ne derivi. Non è necessario che siano libri di Dugin a circolare , l’importante è che si combatta in ogni scuola, in ogni università, strada o quartiere il morbo della censura e dell’omologazione. Ci vogliono politicamente corretti e uniformati, ci avranno liberi e pronti ad ogni tipo di battaglia per difendere la libertà di espressione. Contro ogni globalismo, contro la dittatura del pensiero unico, bisogna reagire con la riscoperta del pensiero forte e mai cedere il passo alla volontà di chiuderci la bocca. Per cui sostenete le case editrici controcorrente, piccole e piccolissime che hanno il coraggio di esporsi, a costi elevatissimi sia in termini economici che di reputazione. Con il loro lavoro impagabile esse ci consentono di conservare e diffondere il nostro pensiero. Quindi ricordatevelo quando farete i prossimi acquisti di libri, fatelo sui loro siti e lasciate perdere Amazon e similia, oppure recatevi nella libreria del vostro quartiere.

Author: identita e territorio