Lo stato organico J. Evola

Lo stato organico J. Evola

Per chi sia ancora capace di riconoscere le idee tradizionali, esse, come abbiamo detto al principio, possono servire soltanto come misura; esse danno modo di valutare con esattezza il caos , il disordine e la sovversione che si celano all’interno della civiltà ultima, la quale è putrida proprio all’apogeo della sua apparente grandezza.

Julius Evola, Lo stato organico.

A cura di Alessandro Barbera edito da Controcorrente

Author: identita e territorio